NOTIZIE

ACCEDI O ADERISCI ALLA

FONDAZIONE JB

SPONSORED BY

PARTNER

Il nostro team legale, a tutela dei nostri colori

Il nostro team legale vigila e tutela i nostri colori.
Le parole di Rocchi: quando una voce “super partes” ci offre una visione distorta della realtà accumunando i colori bianconeri rigorosamente a episodi favorevoli e dimenticando tutti quelli avversi.

OGGETTO: Conferenza stampa del 04 giugno 2024 del Responsabile Commissione Arbitri Nazionale Serie A e B (C.A.N.) Signor Gianluca Rocchi.


“Stimatissimo Signor Presidente,
formulo la presente su legale incarico della Fondazione JDENTITÀ BIANCONERA, in nome e per conto del Presidente del Consiglio di Amministrazione, avvocato Vincenzo Mosca, per rappresentarLe quanto segue.

La Fondazione da me assistita e rappresentata, e della quale faccio orgogliosamente parte, è nata con l’obiettivo di assicurare la tutela e la rappresentanza degli associati in quanto sportivi e tifosi juventini, considerando tale appartenenza calcistica alla stregua di elemento identitario da valorizzare, nel pieno rispetto dei diritti costituzionali, delle norme di legge e di pubblica sicurezza, nonché nel pieno rispetto del dialogo con le Istituzioni, come stabilito dall’art. 3.2 del nostro Statuto.

In data 04 giugno 2024, il Responsabile Commissione Arbitri Nazionale Serie A e B (C.A.N.) Signor Gianluca Rocchi, alla Sua presenza, in occasione della conferenza stampa di fine stagione dei massimi dirigenti degli arbitri tenutasi a Coverciano, alle ore 12.31, analizzando di fronte a tutta la stampa italiana, sportiva e non, gli episodi relativi ai falli,riferiva testualmente “… sui rigori non abbiamo avuto grandissime problematiche, se si esclude l’episodio di Juventus-Bologna (rigore su Ndoye non fischiato, ndr)”.

Spiace dover rilevare che, ancora una volta, il nome della Juventus, pur a fronte di una decisione avallata da quattro arbitri, sia tirato in ballo come esempio negativo dal designatore arbitrale quando, di contro, nella stessa partita, sono stati riscontrati almeno due episodi a favore della Juventus (contatto in area tra Chiesa e Mora, fallo di mano di Lucumi).

Ricordiamo che nella corrente stagione la Juventus, di tutte e venti le squadre di Serie A, è l’unica a non aver mai avuto nemmeno una On Field Review a proprio favore atteso che l’unica è arrivata all’ultimo minuto dell’ultima – ininfluente – partita del campionato, utile solo a fini statistici! Di contro la Juventus è quella, tra le “grandi” della Serie A, con più chiamate VAR contro (8) e quella con meno rigori a favore (5).

Pertanto, riteniamo che quanto dichiarato dal Designatore Rocchi, alla presenza dei massimi rappresentanti della Associazione che Ella presiede, abbia fornito una informazione distorta alla platea indistinta dei tifosi italiani e stranieri (non solo quelli residenti nel territorio nazionale data la facile diffusione delle notizie tramite gli attuali strumenti di comunicazione) indotti, ancora una volta, a pensare che la Juventus sia, in qualche modo, favorita dagli errori.
Sarebbe bastato omettere il riferimento alla squadra evidenziando il solo caso citato dal Sig. Gianluca Rocchi, oppure far seguire al preteso errore nel caso asseritamente a favore alla Juventus, il riferimento ai molti episodi che, nella corrente stagione, hanno sfavorito la compagine bianconera (culminati con la serie incredibile di errori nella finale di Coppa Italia, come riconosciuto da tutti i media italiani e dallo stesso Sig. Gianluca Rocchi, elencati alla fine del girone d’andata).

La sensibilità dei tifosi che la Fondazione rappresenta è urtata dall’ennesimo e quasi archetipico riferimento alla Juventus. La Fondazione Jdentità Bianconera, appare doveroso precisare a questo punto, non opera a tutela della Juventus F.C. S.p.a., ma esclusivamente dei suoi tifosi, che si onora di rappresentare: tuttavia annovera tra i suoi soci un buon numero di azionisti, che subiscono danni patrimoniali nel caso di affermazioni che possano, come nel caso di specie, cagionare oscillazioni del titolo in borsa.

Avrà compreso che quanto precede viene formulato con l’auspicio che gli arbitri adottino maggiore cautela nell’affrontare gli episodi, senza confidare nel silenzio di questa o quella società e per questo nominata, adottando il medesimo atteggiamento comunicativo nei confronti di tutte le squadre che partecipano al campionato”.

Torino, 05 giugno 2024

CONDIVIDI SU

POSSONO INTERESSARTI

ACCEDI O

ADERISCI ALLA FONDAZIONE JB