NOTIZIE

ADERIRSCI ALLA

FONDAZIONE JB

SPONSORED BY

PARTNER

La Fondazione diffida Rai1

Lettera al sindaco di Alassio

La Fondazione diffida Ra1

Ebbene si, la televisione di Stato ci ricasca di nuovo. Ancora una volta il Tg1, ancora una volta durante la cena di milioni di italiani, si parla a sproposito della Juventus. Il compito del giornalismo è quello di fare una sana informazione. Tale informazione deve essere libera e permettere ad ogni singolo cittadino di farsi una propria idea e questi, in base alla propria formazione, giudicare.

Lo spirito della Fondazione è di incentivare la massima libertà di parola, ma anche di massimo rispetto nei confronti di tutti. Per tale motivo ci domandiamo come può la Rai, continuare a cascare sempre nei soliti errori.

Cronistoria del rapporto fra la Rai e la Fondazione

Purtroppo da quando siamo nati ci siamo trovati svariate volte a parlare e scrivere del servizio pubblico nazionale di intrattenimento. Con grande amarezza e delusione, non solo nei nostri editoriali, ma anche il team legale è dovuto intervenire per mettere i puntini sulle i. La situazione sta diventando tragicomica, ma andiamo a ritroso per ricordare tutte le mancanze di rispetto ricevute negli ultimi mesi.

  1. 12 settembre 2023, nel corso del lancio della trasmissione Porta a Porta è stata trasmessa un’immagine che ritraeva un bambino con indosso la maglia della Juventus intento a guardare uno schermo con immagini pornografiche
  2. 14 ottobre 2023, sul caso calcioscommesse un giornalista affermava che: Nicolò Fagioli aveva giocato più di un milione di euro in pochi mesi. Parlando anche di Zaniolo e Tonali, le immagini mostravano solo il nostro con la maglia del club di appartenenza, gli altri senza abbigliamento legato alla Roma o al Milan.
  3. 05 dicembre 2023, il senatore Borghi invitato a commentare le parole di La Russa affermava: “La Juventus ruba da 50 anni

La Fondazione e RAI1, le ultime ore

Perchè la Fondazione ha deciso di scrivere nuovamente alla RADIO TELEVISIONE ITALIANA? Perchè durante l’edizione del Tg1 della sera del 24 gennaio, a commento di una notizia sullo spreco dei farmaci – quindi non sulla troppa acqua utilizzata per lavare le maglie da calcio, non sull’erba dello stadio ed il suo impatto ambientale, ma su un tema anni luce lontano dal calcio – raccontava la voce narrante: “migliaia di confezioni che finiscono nel cestino, due miliardi di spreco, perchè ogni anno nella spazzatura vengono gettati 600.000 metri cubi di farmaci, tanti da riempire lo Juventus Stadium…

Sinceramente palare di continuo a sproposito della Juventus è un malcostume che non possiamo e vogliamo più accettare. Il clima intorno alla nostra squadra è diventato insostenibile. Ancor più grave è che a perseverare in questi atteggiamenti è il Tg della rete ammiraglia nazionale, che ogni cittadino foraggia attraverso il canone.

Stanchi di questa situazione, ci siamo visti allora nuovamente costretti a diffidare la RAI. Con l’auspicio che l’informazione pubblica elimini questi tipi di atteggiamenti, vi invitiamo a leggere il testo integrale di quanto prontamente spedito in viale Mazzini.

 

[fusion_button link=”http://fondazionejb.com/wp-content/uploads/2024/01/diffida-Rai-25.1.24-signed.pdf” title=”” target=”_self” link_attributes=”” alignment_medium=”” alignment_small=”” alignment=”” modal=”” hide_on_mobile=”small-visibility,medium-visibility,large-visibility” sticky_display=”normal,sticky” class=”” id=”” color=”custom” button_gradient_top_color_hover=”var(–awb-color7)” hue=”” saturation=”” lightness=”” alpha=”” button_gradient_top_color=”var(–awb-color5)” button_gradient_bottom_color_hover=”var(–awb-color7)” button_gradient_bottom_color=”var(–awb-color5)” gradient_start_position=”” gradient_end_position=”” gradient_type=”” radial_direction=”” linear_angle=”180″ accent_hover_color=”var(–awb-color1)” accent_color=”var(–awb-color8)” type=”” bevel_color=”” bevel_color_hover=”” border_top=”0px” border_right=”0px” border_bottom=”0px” border_left=”0px” border_radius_top_left=”” border_radius_top_right=”” border_radius_bottom_right=”” border_radius_bottom_left=”” border_hover_color=”” border_color=”” size=”” padding_top=”” padding_right=”” padding_bottom=”” padding_left=”” fusion_font_family_button_font=”Bebas Neue” fusion_font_variant_button_font=”400″ font_size=”20px” line_height=”” letter_spacing=”” text_transform=”” stretch=”default” margin_top=”” margin_right=”” margin_bottom=”” margin_left=”” icon=”” icon_position=”left” icon_divider=”no” hover_transition=”none” animation_type=”” animation_direction=”left” animation_color=”” animation_speed=”0.3″ animation_delay=”0″ animation_offset=””]Visualizza la diffida[/fusion_button]

 


ENTRA A FAR PARTE DELLA FONDAZIONE JDENTITA’ BIANCONERA – CLICCA QUI! 

SEGUI LA FONDAZIONE SU TUTTI I CANALI E APPLICAZIONI – CLICCA QUI

Hai letto: “La Fondazione diffida RAI1”
A cura della Fondazione Jdentità Bianconera, l’organo istituzionale che difende e tutela i tifosi della Juventus.

La Fondazione ha come scopo quello di creare un ambiente di tifo pulito e rappresentare i tifosi della Juventus in ogni ambito. 

Siamo tifosi di Calcio, amiamo il divertimento, la passione e la correttezza. Siamo nati per difendere i tifosi e la Juventus quando la stampa li attacca. Non accettiamo più questo clima di odio sportivo e di violenza.

CONDIVIDI SU

POSSONO INTERESSARTI

ADERIRSCI ORA ALLA

FONDAZIONE JB