NOTIZIE

ACCEDI O ADERISCI ALLA

FONDAZIONE JB

SPONSORED BY

PARTNER

Amore genera Amore, Odio genera Odio – di Luca Ferrarini e Fabrizio Baricchi

Il calciomercato della FondazioneJb

 

  • La vita non è quella che si è vissuta, ma quella che si ricorda e come la si ricorda per raccontarla

(García Márquez)

  • Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte l’avvicinarsi del rombo che ucciderà anche noi, partecipo al dolore di milioni di uomini, eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto volgerà nuovamente al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che ritorneranno l’ordine, la pace e la serenità

(Anne Frank)

  • Prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore

(Italo Calvino)

  • Coloro che sognano di giorno sanno molte cose che sfuggono a chi sogna soltanto di notte

(Edgar Allan Poe)

  • Tutta la varietà, tutta la delizia, tutta la bellezza della vita è composta d’ombra e di luce

(Lev Tolstoj)

  • Le cose non succedono, le cose vengono fatte succedere
    (F.K.)
  • Dobbiamo usare il tempo come uno strumento non come una poltrona

(J.F.K.)

  • Non trovare difetti, trova soluzioni! A lamentarsi sono capaci tutti

(Henry Ford)

  • “Qui siamo tutti matti. Io sono matto. Tu sei matta.”

“Come lo sai che sono matta?”, disse Alice.

“Altrimenti non saresti venuta qui”, disse il Gatto.

(Lewis Carroll)

  • “Ecco il mio segreto. È molto semplice: si vede solo con il cuore. L’essenziale è invisibile agli occhi”.

(Antoine de Saint-Exupéry)

Cari fratelli e sorelle Bianconeri, non sono ancora impazzito e spero che non accada mai. Gli stralci di libri, poesie e i pensieri di questi autori famosi mi hanno fatto riflettere su due argomenti:

  • La Fondazione è nata per un motivo preciso, e nel momento giusto;
  • Che cosa ha portato un gioco bellissimo, a deteriorarsi sino a ciò che stiamo vivendo in questo ultimo decennio.

 

Nelle citazioni sopra riportate ho trovato le risposte alle domande che mi ero posto.

 

La Fondazione Jdentità Bianconera sta crescendo a vista d’occhio i numeri parlano per Lei ed i professionisti e non che vi collaborano lo fanno con una Passione, intensità, con quello che è definito “Il Credo della Fondazione” e cioè…

Fino alla fine….. ma è solo l’inizio!

 

Questa frase indica una immensa voglia di far tornare il calcio al suo vero valore, citando solo le Vere Verità, nel rispetto, nella Vera giustizia e ritrovando il nostro popolo coeso e non violento, sapendo chi e che cosa stiamo Rappresentando,

 

Tifosi sfrenati sugli spalti e Signori al di fuori e nella vita, esattamente come ci insegnano i valori della Squadra che amiamo.

 

Nelle parole dei grandi scrittori e poeti c’erano già le indicazioni che sarebbe nata questa bellissima Fondazione Jdentità Bianconera. Perché? Vi chiederete.

 

Perché se leggete e rileggete, ed ancora leggete con più attenzione, scoprirete come per magia che tutto è nato per Amore e Passione di una squadra che ha dato lustro al calcio italiano nel mondo, che, per assurdo, ha partecipato enormemente a rimpinguare le casse di tutte le altre realtà.

 

Soldi che sono stati spesi poco in riforme, poco in ammodernamenti, ma tanto e male per politici e rappresentanti che hanno prodotto molto fumo e pochissimi traguardi concreti. Questa è una di quelle Vera Verità e la cosa assurda è che nonostante questo, dal 2006 abbiamo tutti contro, in ogni modo ed in qualsiasi contesto.

 

Nell’ultimo periodo poi le situazioni hanno perso ogni limite e pudore, al punto che tutto il popolo, ancora innamorato di questo gioco e di questa squadra, si trovava ad essere per l’ennesima volta costretto a pagare e a fingere di credere ad un sistema che puntualmente lo avrebbe deluso, con tribunali di piazza basati sul nulla.

 

Lo schema lo conoscevamo già: grazie alla complicità di stampa e personaggetti vari, hanno inventato e costruito la macchina del sentimento popolare ripetendo bugie fino a imprimerle nella mente dei tifosi antijuve, al punto tale da ridurli ad una sostanziale incapacità di distinguere la Verità e la Narrazione.

 

Ma non abbiamo mollato la presa allora e meno che mai siamo disponibili a farlo adesso!

 

Dopo il 2006 e gli anni della ricostruzione sono arrivate le vittorie, gli scudetti, il dominio incontrastato di chi ha fatto pesare per 10 anni una totale, assoluta e manifesta superiorità.

 

Non potendo limitare lo strapotere in campo e a livello societario ecco che tutto il sistema insiste a spostare i confronti nelle aule della “roulette sportiva”, dove i fantasiosi colpi di scena sono sempre dietro l’angolo, e nei quali stranamente la stampa arriva ad essere elemento centrale.

Scoop a orologeria, etica e morale che si applicano a seconda del colore delle maglie, deontologia e correttezza professionale che si piegano alla rude legge dei click.

La macchina del sentimento popolare, dicevamo.

Niente di più e niente di meno di ciò a cui assistiamo quotidianamente, dai giornali ai social, da presentatori di untuosa retorica a prezzemolini che hanno imparato a “spararla” per ottenere quei 10 minuti di riflettori tanto agognati.

 

Ma nel 2006 non c’erano i social network, la parola dei quotidiani e dei TG erano certificazioni senza contraddittorio.

 

La diffusione delle informazioni in tempo reale, la circolarità delle competenza messe al servizio della Verità, hanno reso la battaglia ancora più aspra e al contempo hanno reso più consapevoli i tifosi.

La squadra e la dirigenza hanno sempre lottato da soli con equilibrio, pazienza e una sorta di aristocratico distacco.

 

Distacco comprensibile, ma che da alcuni è stato percepito come un vuoto, che nel momento di massima difficoltà ha portato alla nascita della vera nuova arma al servizio della Verità e dei tifosi bianconeri.

 

Si tratta di qualcosa di unico, nuovo e talmente diverso da aver spiazzato tutti, Malelingue, Viscidi e Strilloni compresi.

 

Oggi sono sempre più numerosi i tifosi che si alzano dal divano e decidono di fare qualcosa di concreto, dopo due decenni spesi a lamentarsi.

 

E abbiamo il forte sospetto che, forse forse, anche dalla società qualcuno stia guardando con un accenno di sorriso.

 

La Fondazione Jdentità Bianconera è stata creata in difesa di tutto il popolo che ama veramente la propria squadra del cuore e per un popolo che vuole finalmente giustizia contro tutto e tutti.

Anche contro quegli appassionati, a loro volta ingannati,  che seguono il carro dei falsi vincitori, appoggiati da tutto ciò che fa notizia anti Juve, dagli organismi di divulgazione e  alla macchina appunto del sentimento popolare.

 

Se sei stanco di tutto questo, se lamentarti non ti basta più, se vuoi far sentire con forza al mondo la tua voce di tifoso attraverso azioni concrete, iscriviti oggi ed entra a far parte della Fondazione, parlane ai tuoi amici, parlane a tutti i tifosi che conosci.

Fino alla fine… ma è solo l’inizio!

CONDIVIDI SU

ULTIMI ARTICOLI

ACCEDI O

ADERISCI ALLA FONDAZIONE JB